IL RICORDO DI LUCA ROSSI

Cadeva ieri il 38esimo anniversario dell'omicidio di Luca Rossi, giovane attivista di Democrazia Proletaria ucciso da un proiettile vagante esploso da un agente della Digos in borghese in piazzale Lugano la sera del 23 febbraio 1986. Le responsabilità della sua morte non sono mai state chiarite in modo netto.
Anche quest'anno, partendo dal luogo dove fu ucciso un corteo ha attraversato la Bovisa, il quartiere in cui Luca viveva.

38 ANNI FA L'OMICIDIO DI LUCA ROSSI

Il 23 febbraio 1986 Luca Rossi, giovane militante di Democrazia Proletaria viene colpito da un colpo sparato dall’agente della Digos Pellegrino Pollicino. Muore poco dopo il trasporto in ospedale. Sua unica colpa quella di essersi trovato al posto sbagliato nel momento sbagliato.
Questa sera, alle 18 in piazzale Lugano, l'iniziativa per ricordarlo.

milanoinmovimento.com/milano/3

SERATA PER LA PALESTINA

In vista del corteo nazionale per la Palestina di sabato 24 per domani è prevista una serata di solidarietà a ZAM in via Sant'Abbondio 6/10.



milanoinmovimento.com/eventi/2

MILANO, STRETTA REPRESSIVA CONTRO LE OCCUPAZIONI

Preside e parte del corpo docenti si sono opposti in tutti modi all'occupazione studentesca del Beccaria.
Nonostante ciò questa notte la scuola era in stato di occupazione.
Dopo i fatti del Severi-Correnti e le parole del Ministro Valditara molti, nel mondo della formazione, hanno evidentemente deciso di allinearsi alla torsione repressiva in corso.

IL VIRGILIO OCCUPA

Scrivevamo alcuni giorni fa delle iniziative repressive messe in campo a seguito dell’occupazione del Severi-Correnti con l’intervento a piedi uniti nella vicenda del Ministro Valditara e del governo di destra. Se le roboanti dichiarazioni di settimana scorsa volevano intimidire il mondo studentesco evidentemente hanno fallito. Di oggi infatti la notizia dell’occupazione del Virgilio.

milanoinmovimento.com/studenti

CARNEVALE POPOLARE, SECONDA GIORNATA

Ieri pomeriggio le strade di Milano Sud sono state attraversate dalla seconda giornata del Carnevale popolare organizzato da ZAM.
Se sabato la dimensione della piazza era stata più ludica ieri invece il contenuto era più militante.
Alcune centinaia di persone hanno attraversato Stadera portando un messaggio caratterizzato dall'antifascismo. Immancabile il passaggio davanti a via Palmieri dove da anni ALER concede una sede ai fascisti.

PALESTINA, DI NUOVO IN PIAZZA

Se ieri a Milano si è manifestato per il Kurdistan, oggi si sfila per la Palestina.
Il numero di morti nella Striscia ha ormai quasi raggiunto quota 30.000 mentre ancora una volta, se ce ne fosse stato bisogno, Netanyahu e il suo governo hanno dichiarato apertamente la loro contrarietà alla nascita di uno Stato palestinese.



MILANO, IN CORTEO PER IL KURDISTAN

Ieri in piazza per il Kurdistan e per la liberazione di Ocalan a venticinque anni dalla sua cattura da parte della Turchia con la collaborazione dei servizi segreti occidentali.


CARNEVALE POPOLARE, PRIMA TAPPA

Si è svolta ieri a Milano Sud la prima tappa del Carnevale popolare organizzato da ZAM con un'ampia partecipazione dei più piccoli.
Oggi seconda tappa del percorso di riappropriazione ribelle di questa antica festa popolare alle 17 in piazza Abbiategrasso.

LE RECENSIONI DI MIM

Dopo aver recensito a inizio 2023 "La pace è finita" di Lucio Caracciolo iniziamo questo 2024 con la recensione del libro di un altro volto noto della geopolitica italiana. In questo caso stiamo parando di "Geopolitica umana" di Dario Fabbri. Questo libro ci invita a scandagliare gli elementi strutturali delle società umane, la geografia, i bisogni, le disuguaglianze sociali, lo sviluppo civile, tecnico e militare.

milanoinmovimento.com/culture/

Show older
NEBBIA

Nebbia è libera, antifascista, antisessista e antimilitarista