Quando ero ragazzo, volli una volta forgiarmi una lingua personale: mi pareva necessario cominciare di lì; una lingua vera e propria, con tutte le sue regole. […] Empii fogli e fogli, che ogni tanto ritrovo. E forse questo mi si configurò nel capo come la ricerca di un’altra cosa. Ebbene, ero votato all’insuccesso. È impossibile inventare qualcosa di diverso, non intendo da ciò che è già stato, ma da ciò che è sempre stato, come è impossibile inventare un gioco nuovo; […] quella che invece si afferma è la Convenzione, in forza di concetto e di dimensione.
Tommaso Landolfi

In ogni caso, il campo artistico più segnato dall'occultismo rimane il letterario...non sorprende scorgere richiami esoterici nei libri di Jules Verne (1828-1905) e Herbert George (H.G.) Wells (1866-1946) - entrambi autori accostati alla massoneria...
In campo poetico, figure d'alto profilo quali Rainer Maria Rilke (1875-1926), Thomas Stearns Eliot (1888-1965) ed Ezra Pound (1885-1972) hanno còlto e ritrasmesso diversi elementi dell'idealismo magico-occultistico

Sergio Scartozzi, Tesi di laurea

"Bellezza! Io sono stato affascinato dalla bellezza dell’Africa e per
bellezza non intendo la bellezza delle cartoline illustrate in tricromia, bensì qualche cosa di inspiegabile, di misterioso, di indicibile che si direbbe aleggia sul continente nero allo stesso modo dell’anima secondo i greci, cioè qualche cosa di superficiale e di esterno e appunto per questo affascinante per la sensibilità che è il mezzo privilegiato di ogni visione estetica.
Alberto Moravia, Il Gazzettino, 1987

"Camminavano nel bosco, in zone d’ombra sempre più cupe, nel crescendo del vento, e pareva che ogni altro sentimento ed istinto si annientasse in questa premeva marcia verso il più piatto della sicurezza attraverso il più erto del rischio [...] Erano di fronte una radura, con un ultimo streghesco gioco di luce ed ombra, ed assolutamente esente di quella vita bruente e cigolante di ogni altro punto del bosco".
Italo Calvino

"Per essere poeta bisogna avere il fegato// di riflettersi in uno specchio nero,
e scoprire se si è coraggiosi o codardi."
Roberto Bolaño

" 'Paese d’assenza// bizzarro paese
più leggero d’un angelo// e gesto sottile,
color d’alga morta,// colore di nibbio,
con l’età di sempre,// senza età felice'.
È una poesia di Gabriela Mistral// che ho vilmente tagliato,
per iniziare una conversazione// con qualcuno che potrà forse parlarci
della sensazione di patrie perdute,// di patrie ritrovate,
di naufragi, di personaggi soli, d'ombre// e di fantasmi".
Roberto Bolaño

"Tutto quel che inizia in commedia // finisce immancabilmente in commedia".
Roberto Bolaño, detective selvaggi

"Roberto è nato a Santiago, nella Clínica del Seguro.
Io non vivevo già più a Santiago,// vivevo a Valparaíso.
Da lì, dal Cerro Placeres, ce ne andammo a Quilpué.
Lì avevamo una casa di campagna.// Era molto bella.
Avevo due cavalli per loro, uno ciascuno,// con le loro selle. Si chiamava "el poncho roto".
Era piccolino.
Mi ricordo di mia nonna o mia madre// che ascoltano le radionovelas".
Roberto Bolaño

Show older
NEBBIA

Nebbia è libera, antifascista, antisessista e antimilitarista